Statuto


Statuto

Associazione Romeni in Ticino-Elvetia

 

 

  1. Nome e sede

A norma dell’art. 60 e segg. del Codice civile è costituita un’associazione denominata “Associazione Romeni in Ticino-Elvetia, con sede c/o Dana Maria Bunea in via Franco Zorzi 19A, 6900 Paradiso.

Si adotta l’acronimo ART-E per qualunque tipo di presentazione e/o promozione, scritta e/o verbale delle attività dell’Associazione.

 

 

  1. Scopo (art. 60 cpv. 1 CC e 91 ORC)

L’associazione ha quali scopi:

  • far conoscere la comunità romena attraverso incontri pubblici, conferenze e articoli redazionali;
  • favorire la conoscenza reciproca;
  • essere a disposizione delle persone appena arrivate in Ticino per dare loro supporto nell’ambito della prima informazione;
  • proporre degli incontri in-formativi per tutte le persone, indipendentemente dalla loro origine e/o nazionalità, organizzando corsi e serate;
  • proporre eventi culturali;
  • cooperare con centri, enti, associazioni nazionali e internazionali;
  • organizzare incontri appoggiando l’interscambio culturale;
  • turismo di cooperazione con enti turistici locali e romeni, collaborazione sia con Tours Operators, sia con le Autorità (Ministeri preposti).

 

 

  1. Mezzi, contributi sociali (Art. 71, 75a CC, art. 92 lett. h ORC)

Per il perseguimento degli scopi, l’associazione dispone:

  • dei contributi dei soci individuali, fissati in CHF 30.- annui, e per due membri dello stesso nucleo famigliare in CHF 50.-, il cui importo può essere modificato annualmente nell’ambito dell’Assemblea dei soci o del Comitato
  • donazioni
  • ricavi da prestazioni pubbliche.

 

 

  1. Soci – ammissione (Art. 65 cpv. 1 e Art. 70 cpv. 1 CC)

Ogni persona fisica o giuridica, interessata agli scopi dell’associazione, può chiedere di diventarne socio.

Le richieste d’ammissione vanno inoltrate al Comitato.

Il Comitato delibera sull’ammissione.

 

 

  1. Cessazione dell’appartenenza

L’appartenenza cessa:

  • nel caso di persone fisiche mediante dimissione, esclusione o decesso;
  • nel caso di persone giuridiche mediante dimissione, esclusione o scioglimento.

 

  1. Dimissioni ed esclusione (art. 70 cpv. 2 e art. 72 CC)

Le dimissioni sono possibili in qualsiasi momento con il preavviso di cui all’art. 70 cpv. 2 CC. La lettera di dimissioni deve essere inviata al Comitato tramite raccomandata.

Le dimissioni non esonerano dal versamento della quota annuale.

Il mancato pagamento della quota, comporta l’esclusione dall’associazione.

Un socio può essere escluso dall’associazione (temporaneamente o definitivamente) in qualsiasi momento e senza l’obbligo di indicarne il motivo.

L’assemblea generale delibera in merito all’esclusione (art. 65 cpv. 1 e art. 72 CC).

 

 

  1. Organi dell’associazione: (art. 64 CC)

Gli organi dell’associazione sono:

  1. a) l’Assemblea generale (art. 64 CC)
  2. b) il Comitato (art. 69 CC)

 

 

  1. L’Assemblea generale

L’organo supremo dell’associazione è l’Assemblea generale.

In seno all’Assemblea generale ogni socio ha diritto a un voto; le decisioni vengono prese con una semplice maggioranza dei voti dei soci presenti (art. 67 CC).

 

L’Assemblea generale è di due tipi:

  • Assemblea generale ordinaria;
  • Assemblea generale straordinaria.

 

L’Assemblea generale ordinaria ha luogo una volta all’anno, entro il 10 dicembre.

I soci vengono invitati all’Assemblea ordinaria tramite convocazione scritta individuale, almeno un mese prima della data fissata (art. 64 cpv. 2 e 3 e art. 66 CC).

L’Assemblea ordinaria ha i seguenti compiti inalienabili (art. 65 CC):

  1. a) Elezione o revoca della Direzione (art. 69 CC)
  2. b) Elaborazione e modifica degli statuti (art. 60 cpv. 2 CC)
  3. c) Approvazione della contabilità
  4. d) Determinazione del contributo dei soci
  5. e) Ammissione ed esclusione dei soci (art. 65 cpv. 1 CC)

 

L’Assemblea generale straordinaria è convocata in casi d’urgenza, indicandone i motivi e quando almeno un decimo dei soci lo richiede.

 

 

  1. Il Comitato (art. 69 CC)

Il Comitato è composto da 3 a 5 membri, eletti dall’Assemblea generale:

1)    il Presidente è il rappresentante ufficiale dell’associazione, incaricato di sostenere l’operato presso autorità cantonali, federali o altri enti in genere; si occupa delle pubbliche relazioni. Il Presidente resta in carica per 4 anni ed è rieleggibile solo per una volta consecutiva; può ritornare in carica dopo un altro mandato.

2)    i Responsabili (da 1 a 3 persone) degli eventi artistici e degli incontri informativi, che gestiscono le attività in corso;

3)    il Tesoriere ha il compito di allestire la contabilità e un rapporto dettagliato all’Assemblea sul conto d’esercizio e sullo stato patrimoniale dell’associazione.

 

Il Comitato rappresenta l’associazione all’esterno e gestisce le attività in corso.

 

 

  1. Firma

L’associazione è vincolata dalla firma individuale del tesoriere.

 

 

  1. Responsabilità (art. 75a CC)

Per i debiti dell’associazione e per qualunque altra pretesa a livello finanziario da parte di terzi, risponde solo il patrimonio dell’associazione. È esclusa la responsabilità personale dei soci.

 

 

  1. Scioglimento dell’associazione (art. 76 CC, art. 93 ORC)

Lo scioglimento può in ogni tempo essere pronunciato dall’Assemblea generale.

Con lo scioglimento dell’associazione, il patrimonio dell’associazione va a un’istituzione che persegue la stessa o una simile finalità (art. 57 CC).

 

 

  1. Entrata in vigore

Il presente statuto è stato accettato nell’ambito dell’assemblea costitutiva del 28.03.2017 ed entra immediatamente in vigore. (art. 61 CC, art. 90 cpv. 1 ORC e art. 92 lett. e ORC)

 

 

Statuto modificato oggi, 06 dicembre 2017, per decisione del Comitato (vedi verbale Assemblea Straordinaria del 06.12.2017).